Il giorno del Ringraziamento sta arrivando, quest’anno cade il 23 di novembre, per cui se siete curiosi di saperne di più su questa festa o se avete intenzione di festeggiarlo, con il tradizionale tacchino ripieno, iniziate a prepararvi.

Storia del Giorno del Ringraziamento

Il giorno del ringraziamento, il cosiddetto “Thanksgiving” in inglese, è una festa cristiana che si celebra negli Stati Uniti, il quarto giovedì di novembre, per ringraziare Dio del raccolto e di quanto ricevuto durante l’anno.

Le origini del Giorno del Ringraziamento risalgono a quando i padri pellegrini, perseguitati in Inghilterra, furono costretti a fuggire dalla loro patria per recarsi in America. Nel 1620, a bordo della Mayflower, sbarcarono in un territorio selvaggio e abitato solo dai nativi americani, lì avevano deciso di iniziare a coltivare la terra con i semi che avevano portato dall’Inghilterra, ma molti di questi non attecchirono e ciò aveva procurato anche la morte di alcuni della loro comunità, provati dagli stenti del rigido inverno.  

Vennero in loro aiuto i nativi americani, che spiegarono come sopravvivere dedicandosi all’allevamento, soprattutto dei tacchini e indicando quali prodotti coltivare affinché attecchissero in quel terreno, ad esempio il granturco.

Quando finalmente i coloni riuscirono ad avere un cospicuo raccolto, decisero di stabilire un giorno in cui ringraziare Dio per ciò che gli aveva dato. Crearono così la Festa del Ringraziamento, a cui presero parte anche gli indigeni. Imbandirono tavole con i prodotti che oggi sono entrati a far parte della tradizione: zucca, tacchino, frutta secca, ostriche, pesce, carne di cervo e torte ai cereali.   

Fu nel 1789 che il Presidente degli Stati Uniti George Washington, proclamò la Festa del Ringraziamento per tutti gli stati della federazione.  

Solo più recentemente, col Presidente Roosevelt (nel 1941), venne stabilito che il giorno del Ringraziamento dovesse cadere ufficialmente il quarto giovedì di novembre, a partire dal 1942.    

Thanksgiving: cosa si fa nel giorno del ringraziamento in America?



Originariamente il Thanksgiving era la festa del raccolto, oggi è una festa che si passa in compagnia della famiglia, in cui si mangia tanto e si ringrazia per la vita, ma non è solo questo: si organizzano parate, lo shopping del black friday che cade sempre il venerdì dopo il Thanksgiving – o si fa volontariato. Insomma, ognuno festeggia il ringraziamento in modo diverso.

 

Famosa è la parata dei grandi magazzini Macy’s a Manhattan, con carri allegorici, canti e balli, dove molte persone si radunano in strada per assistervi e per guardare i grandiosi palloni aerostatici che vengono portati in giro per le strade.

Un’usanza di buon auspicio, durante il pasto, è quella di conservare il wishbone, l’osso a forma di Y che si trova svuotando il tacchino per farcirlo e, dopo averlo fatto seccare, due persone lo spezzeranno, chi rimarrà con la parte più grossa vedrà realizzarsi un suo desiderio.

Fondamentale è l’organizzazione del pranzo, non deve assolutamente mancare il tacchino ripieno, la salsa di mirtilli rossi, il purè col sugo di carne, le patate dolci e i cavoletti di bruxelles e per finire la torta di zucca.

Menù della festa del ringraziamento: cosa si prepara?



Come accennato in precedenza, il piatto che non deve assolutamente mancare sulla tavola il giorno del Ringraziamento è il tacchino, abilmente farcito con mele, prugne, castagne e salsiccia e sarà il padrone di casa a tagliarlo e ad offrirlo ai commensali.

Naturalmente il piatto forte deve essere accompagnato da patate dolci condite con burro e spezie, pannocchie arrostite solitamente cotte sul barbecue insieme alla carne e la focaccia di granturco, che spesso accompagna il pasto e che è un’usanza dei padri pellegrini. Un importante condimento che non deve mai mancare è la salsa ai mirtilli con cui si condisce il tacchino, attribuendogli un sapore agrodolce. 

A chiusura del pranzo, le apple pie o pumpkin pie sono le famose torte simbolo del giorno del ringraziamento. 

Tacchino Ripieno



Il tacchino deve obbligatoriamente essere presente nel tradizionale banchetto del giorno del Ringraziamento: l’usanza vuole che venga adoperato un tacchino di 5/6 kg in quanto deve essere garantita una porzione di 650-700 gr. a persona.

Il ripieno tradizionale (qui trovate la ricetta proposta dalla blogger Laurel Evans) deve essere di pane e castagne, ma esistono anche delle valide alternative. L’originale ricetta per il tacchino ripieno la potete trovare sul blog di Laurel Evans – Un’americana in cucina, dove scoprirete anche varianti di ripieno come quello con agrumi e cipolle e senza il pane, oltre che molte ricette per i piatti del Thanksgiving. Ottima per accompagnare il tacchino è necessaria la salsa gravy, che potete trovare su cookist.

La preparazione del tacchino necessita di diverse fasi, alcune delicate come la pulizia, la fiammeggiatura per eliminare i residui di penne e, infine, è necessario lavarlo bene sotto l’acqua. Successivamente la carne va salata, pepata e spalmata all’interno e all’esterno con burro, a questo punto potete iniziare a farcirlo con ripieno, stando attenti a chiuderlo bene con degli stecchini di legno in modo che non fuoriesca nulla durante la cottura.

Pumpkin pie o Apple pie? 



Alla fine del pranzo del giorno di festa, non può mancare il dolce. Tipici del Giorno del Ringraziamento sono la pumpkin pie e la apple pie.

Esistono svariate ricette per prepararle, noi troviamo particolarmente gustosa la pumpkin pie proposta da “Laurel Evans – Un’americana in cucina”, una crostata di zucca che va preparata partendo dalla zucca mantovana che deve essere frullata. Noi di Cosa mi serve, vi veniamo incontro perché nel nostro e-commerce potrete trovare la crema di zucca da 830 gr., ad un prezzo vantaggioso, già pronta per la preparazione di dolci e torte, che vi faciliterà e non poco, nel fare la vostra pumpkin pie.

Il giorno del ringraziamento, oltre alla torta di zucca, viene preparata anche una  torta di mele semplice e gustosa, la apple pie - come questa versione proposta da Cookist.

Per essere “vere” torte americane anche la forma non deve essere lasciata al caso, vi servirà una tortiera rotonda, noi vi proponiamo un anello microforato del diametro di 230 mm ideale per le torte del giorno del ringraziamento, ma anche per crostate tradizionali.

Con tutte queste bontà da noi proposte, vi è venuta voglia di preparare un pranzo in stile Giorno del Ringraziamento? Si, allora non perdete tempo per qualsiasi curiosità visitate il nostro e-commerce Cosa mi serve o contattateci all’indirizzo e-mail info@cosamiserve.com o contattateci al numero +39 3802003376, il nostro obiettivo è soddisfare tutte le vostre richieste.